Roma, residenti ritrovano bici rubate a due bambini disabili Le famiglie sono di Ponte di Nona e di Corviale.

in Cronaca/Roma

“Roma Today” ci racconta una storia a lieto fine per il giorno di Pasqua: due bambini romani disabili di 8 e 11 anni hanno riavuto indietro le loro biciclette che erano state rubate. A ritrovarle, alcuni residenti delle zone dove bimbi abitano con le loro famiglie: il più piccolo vive a Ponte di Nona, e l’altro a Corviale, ad una quarantina di chilometri di distanza. Il primo residente che li ha riportato loro le bici, è proprio di Corviale, il secondo di Monte Delle Capre. Il ritrovamento è avvenuto nel giorno di Venerdì Santo, 19 aprile, in via della Casetta Mattei.

Avviene che alla fine di febbraio, Maria Rosaria, mamma del bambino di 8 anni, lancia un appello sui social per ritrovare la bici speciale di suo figlio (affetto da distrofia muscolare di Duchenne, una malattia degenerativa che comporta atrofia e debolezza muscolare in progressione rapida). Il furto, avvenuto nel box di casa nella notte tra sabato 23 e domenica 24 febbraio, ha riguardato anche attrezzi da lavoro, ma quelli erano decisamente meno importanti rispetto al benessere del bambino, per il quale si è attivata persino la Polizia Locale con una raccolta fondi.


Lo scorso 9 aprile, nell’androne di una palazzina, ad essere sottratta è la bici a tre ruote del piccolo di 11 anni. E’ stata prima ritrovata quella di quest’ultimo, grazie ad una foto pubblicata proprio su “Roma Today” (come la seconda). I due signori che l’hanno recuperata, hanno visto anche il responsabile del furto, che però è riuscito a darsi alla fuga. Ma entrambe le biciclette sono state restituite ai legittimi proprietari.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina