Frosinone, misteriosa morte di un bimbo di 2 anni: fermata la madre. L’avrebbe strangolato perché piangeva troppo.

in Cronaca/Le Brevi

Tragedia a Piedimonte San Germano, località Volla, in provincia di Frosinone. Morto nel pomeriggio di mercoledì 17 aprile in circostanze ancora da chiarire, un bimbo di 2 anni e mezzo, Gabriel, e nella notte la madre, 28 anni, è stata fermata con l’accusa di averlo ucciso. Lo riferisce SkyTg24.

Secondo gli inquirenti la giovane avrebbe tappato la bocca al figlio con la mano, perché il piccolo piangeva disperatamente, e non riuscendo a farlo tacere, l’avrebbe strangolato. I fatti sarebbero avvenuti durante una passeggiata vicino alla casa della nonna materna del bambino, dalla quale lui sarebbe voluto tornare.


La 28enne, per decreto della magistrata Valentina Maisto, della Procura di Cassino, si trova ora rinchiusa nel carcere romano di Rebibbia con l’accusa di omicidio volontario aggravato da vincoli di parentela. In un primo momento aveva dichiarato che il piccolo Gabriel era stato investito da un’auto, il cui guidatore si era dato alla fuga, ma poi è entrata in contraddizione e in stato confusionale. Disposta l’autopsia sul corpicino del bimbo.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina