Notre Dame la speranza della ricostruzione

in Opinione


di Luigia Aristodemo

La Cattedrale di nostra Signora,chiamata anche Notre Dame, ė stata gravemente danneggiata dal fuoco che ha trovato una facile combustione nella struttura lignea che costituiva una parte della struttura di stile gotico. Cattedrale della cristianità, che raccoglieva fedeli e non, luogo maggiormente visitato e fotografato dai turisti di tutto il mondo. Durante la seconda guerra mondiale i tedeschi in ritirata ricevettero l’ordine di incendiare Parigi ma per fortuna il generale che era al comando non obbedì e anche la Cattedrale si salvò. Con il suo rosone che sembra un grande occhio ha visto reali, papi, l’incoronazione di Napoleone Bonaparte, capi di stato, ha anche assisto al suo saccheggio durante la rivoluzione francese ma ha sempre resistito e dopo i restauri ė rinata a nuova vita. La cattedrale di tutti, il cuore della Francia che ha ispirato Victor Hugo nella stesura di uno dei romanzi piu famosi del mondo . E proprio in tutto il modo l’ondata di sbigottimento prima e di profondo dispiacere ha colpito gli animi delle persone. Abbiamo assistito attoniti alle fiamme che tutte le tv del mondo hanno trasmesso, impotenti difronte alla distruzione che avveniva nonostante il prodigarsi dei pompieri. Ė stato un colpo al cuore! Arrivare a Parigi e non vederla ci mancherà ancor di più perché ci sono delle grandi bellezze che sono di tutti . Lo spettacolo della guglia che crollava ha colpito tutti e non solo i Francesi che sono scesi nelle vie di Parigi alcuni in preghiera altri con lo sguardo rivolto verso la cattedrale che si stava consumando nelle fiamme alte in un rogo che non lasciava ben sperare.Intravedere in quegli sguardi una profonda tristezza esserci per dimostrare tutto il rispetto per un luogo che dal1163 ha accompagnato i francesi . Si ė temuto per una totale distruzione ma poi si ė riusciti a domare le fiamme fino a spegnerle. Tutti hanno tirato un sospiro di sollievo e maggiormante quando si ė parlato da subito di ricostruzione. Lo ha fatto il presidente Macron, ne hanno parlato professori di restauro ,e la scuola francese eccelle in questo,e l’idea di renderla ancor più bella lenisce il dolore. L’incuria dell’uomo la stava distruggendo, l’ingegno dell’uomo la salverà.