Milano, 46enne vittima di un agguato: ferito a colpi di pistola, è grave, ma non in pericolo di vita E’ successo alle 8 di questa mattina. Si è trattato di un vero e proprio agguato.

in Cronaca

Paura alle 8 di oggi, sabato 13 aprile praticamente in Centro a Milano, e in particolare in via Cadore, a circa un chilometro dal Tribunale. Un 46enne con diversi precedenti per droga, Enzo Anghinelli, è stato vittima di un agguato. Ferito a colpi di pistola, è grave ma se la caverà. Lo riporta Tgcom24.

L’uomo, ritenuto un personaggio di spicco nell’ambiente del traffico e dello spaccio di stupefacenti, era a bordo della sua auto, una Ford Focus blu, che arrivava da piazzale Libia, quando al semaforo rosso è stato affiancato da altri due che, a bordo di uno scooter, gli hanno sparato in faccia. E’ stato trasportato d’urgenza al Policlinico meneghino e non è in pericolo di vita.


Soltanto uno dei cinque proiettili sparato da uno degli aggressori, l’ha raggiunto, trapassando lo zigomo sinistro, uscendo dalla mandibola destra. Gli altri colpi hanno danneggiato il veicolo: uno in particolare ha infranto il finestrino posteriore destro. Gli aggressori si sono dati alla fuga.

Una decina di anni fa Anghinelli era ritenuto un vero e proprio “punto di riferimento” nell’ambito traffico e dello spaccio di cocaina a Milano, ma nel 2012 venne arrestato con altre 44 persone e disse di voler cambiare vita e curarsi dalla tossicodipendenza. L’uomo patteggiò 11 anni di reclusione in continuazione con una precedente condanna (era già stato arrestato nel 2007). L’uomo era stato condannato con l’accusa di aver gestito un traffico di droga proveniente dal Sudamerica.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Vai a Inizio pagina