Codice della strada, novità in arrivo: per esempio verrà tolta la patente a chi guida col cellulare in mano

in Politica

Pronto il testo base sul nuovo codice della strada, inviato alla Commissione Trasporti per essere discusso. Se ne parlerà la prossima settimana, quando saranno rese note le indicazioni del governo. Lo comunica Affari Italiani.it.

Rimangono il limite di 130 km/h sulle autostrade a tre corsie, la possibilità di fumare alla guida e le bici continueranno a non poter andare contromano. Verrà anche tolta la patente a chi guida usando il cellulare.

Invece verranno tolti due punti a chi non rispetterà il divieto di sosta se gli spazi saranno riservati alla ricarica dei veicoli elettrici; quattro (due in più) per chi parcheggia in aree riservate ai disabili o sul marciapiede, e in questo caso vi saranno multe da un minimo di 161 euro (anziché 85) ad un massimo di 647 (anziché 334), e il doppio verrà comminato ai veicoli a due ruote, passando da 80 a 328 euro.

Senza requisiti non si possono nemmeno condurre veicoli trasportati da animali: in caso contrario si dovranno pagare da un minimo di 85 ad un massimo di 338 ed il doppio in caso di incidente.

Il controllo sull’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope si effettuerà anche con accertamenti sulla saliva in laboratori mobili ad hoc. Per coloro che si rifiutano, multa da 422 a 1.697 euro.

Regole ferree anche per i viaggiatori su trasporti eccezionali. Le biciclette circoleranno sulle strade per i servizi pubblici di trasporto.

Davanti ai semafori e agli incroci, spiega ancora Affari Italiani.it, ci sarà una linea di arresto avanzata, denominata “casa avanzata”. Si troverà lungo le strade con velocità consentita inferiore o uguale a 50 km/h, anche se caratterizzate da più corsie per senso di marcia e sarà situata a una distanza pari almeno a 3 metri rispetto alla linea di arresto a cui dovranno badare i guidatori dei veicoli.

Infine i parcheggi saranno gratis per le donne in gravidanza e per coloro che viaggiano in auto con bambini fino ad un anno. Non ci sarà più l’obbligo di usare di giorno le luci di posizione e gli anabbaglianti. Il foglio rosa durerà un anno. Gli scooter 125 potranno circolare su autostrade e strade extraurbane. Nella segnaletica stradale vi saranno anche messaggi sociali e di sensibilizzazione ed infine sarà previsto un limite minimo di 5 secondi della luce gialla del semaforo.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Politica

Vai a Inizio pagina