CAOS ALGERIA/ Un popolo al bivio tra restaurazione e golpe dei Fratelli musulmani

in Editoriale


di Souad Sbai

Nessuno conosce meglio l’Algeria degli algerini. E infatti eccoli in piazza anche di martedì nella capitale Algeri e in altre località del paese. I venerdì non bastano più: occorre gridare un “no” ancora più forte alle ingannevoli manovre del regime, volte a cambiare lo scenario ma solo in superficie, affinché tutto nella sostanza resti com’è e com’è stato in questi vent’anni di dittatura.


 

Gli algerini non hanno creduto per un istante che le dimissioni di Bouteflika equivalessero a un’uscita di scena degli uomini forti del regime a lui legati. Sapevano che questi si sarebbero nascosti dietro la legalità costituzionale per condurre la famosa “transizione” verso una soluzione a loro favorevole.

PER LEGGERE L’ARTICOLO

INTEGRALE CLICCA QUI 


Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina