Bologna: condannato (con rito abbreviato) per droga e molestie sessuali, ma lui è evaso La condanna ammonta a 5 anni e 8 mesi ed è stata inflitta ad un cittadino marocchino 30enne.

in Cronaca/Le Brevi

Il Tribunale di Bologna, nella persona del Gup Grazia Nart, ha condannato a 5 anni e 8 mesi con rito abbreviato un cittadino marocchino 30enne accusato di aver molestato per due volte una ragazza di 23 anni e di averle offerto della droga. Gli episodi si sono verificati il 20 e il 23 luglio scorsi.

L’uomo, tuttavia, è attualmente latitante dopo essere fuggito dai domiciliari, ai quali era rimasto per alcuni mesi. Lo riporta l’ANSA.

Il primo episodio di tentata violenza ai danni della ragazza, avvenne in zona San Donato. La vittima riuscì a fuggire e un amico le suggerì di andare a denunciare l’accaduto in Questura, cosa che lei fece dopo la seconda volta (aveva trovato il 30enne nordafricano in zona universitaria e lui l’aveva raggiunta, cercando di violentarla). L’uomo, allora, era stato arrestato per violenza sessuale continuata e anche per tentato spaccio di droga.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina