Facebook, Bruxelles chiede al social di fare chiarezza su uso dati privati: risposta affermativa L’annuncio Ue: “Servizi gratis in cambio di condivisione di informazioni”.

in Le Brevi

La Commissione Ue e autorità a tutela dei consumatori aveva chiesto a Facebook di fare chiarezza sul proprio uso dei dati personali dei suoi utenti e il social fondato da Mark Zuckerberg ha accettato. L’annuncio arriva da Bruxelles, la quale spiega che la società ha aggiornato termini e condizioni di servizio in un linguaggio semplice per far sapere quali informazioni personali vengono vendute a terzi.

Facebook specifica soprattutto di proporre servizi gratuiti, in cambio di condivisioni pubbliche di dati da parte dei suoi iscritti. La commissaria Ue alla giustizia Vera Jourova ha sottolineato che attualmente Facebook è “Una società che vuole ripristinare la fiducia dei consumatori dopo lo scandalo Cambridge Analytica non deve nascondersi dietro un gergo complicato e legalistico su come stia guadagnando miliardi con i dati della gente”, si legge sull’ANSA, che riporta la notizia.


Il social dovrà rispettare tutti gli impegni presi al massimo entro fine giugno, pena sanzioni da parte delle autorità nazionali dei consumatori.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Le Brevi

Vai a Inizio pagina