Venezuela, autorizzate incriminazione e revoca dell’immunità a Guaidò

in Esteri

L’Assemblea Costituente venezuelana (Anc) a maggioranza governativa presieduta da Diosdado Cabello, ha approvato nella serata di ieri, martedì 2 aprile, un decreto che autorizza l’incriminazione e la revoca dell’immunità a Juan Guaidò, il capo del Parlamento dell’opposizione autoproclamatosi presidente ad interim contro Nicolàs Maduro. In questo modo è stato di fatto esautorato il Parlamento guidato da Guaidò stesso.

Tale decisione, riportata anche dai media italiani, arriva a seguito di una proposta del Tribunale supremo di giustizia (Tsj) del Paese sudamericano, che accusa il capo di Stato ad interim di aver lasciato il Venezuela mentre aveva il divieto di farlo. Cabello ha fatto presente che la misura contro Guaidò si basa sulla Costituzione e le leggi.

Il leader dell’opposizione può essere arrestato (“sequestrato”, secondo la sua definizione) in qualsiasi momento, ma lui non si arrende, né si mostra intimorito: considera illegittima ogni decisione in tal senso e la stessa Anc, e ieri ha specificato che quest’ultima “non ha avuto coraggio di specificare la parola ‘revoca’ (della sua immunità) nel decreto approvato in serata”. “Credono che attaccando me e i miei collaboratori bloccheranno la speranza di cambiamento in Venezuela”, ha aggiunto. “Tutte le carte sono sul tavolo, compresa l’ipotesi di invocare l’articolo 187 della Costituzione (che prevede di chiamare eserciti stranieri nel Paese in caso di necessità), ma sappiamo che questo dipende dai nostri alleati. A noi spetta mantenerci uniti e in mobilitazione permanente”.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina