film nasrin

Iran: avvocati locali si schierano con Nasrin Sotoudeh

in Esteri/Le Brevi

Nasrin Sotoudeh la donna, da anni militante a tutela dei diritti umani in Iran,  accusata di “incitamento alla corruzione e alla prostituzione“, “commissione di un atto peccaminoso essendo apparsa in pubblico senza il velo” e di “interruzione dell’ordine pubblico“ non è più da sola: gli avvocati del consiglio dell’ordine locale di prendere ufficialmente posizione e l’hanno fatto con un atto ufficiale e dunque gli avvocati del consiglio dell’ordine locale si oppongono a quanto deciso da un tribunale iraniano che ha imposto un totale di trentatré anni di reclusione e 148 frustate alla legale Nasrin. I legali del consiglio dell’ordine parlano di “tentativo del regime iraniano di comprimere il libero ed indipendente esercizio della funzione difensiva degli avvocati da sempre baluardo di democrazia”.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

C.P.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina