Libia: la Fratellanza Musulmana sta spingendo per contrastare un’altra possibilità di risolvere la crisi

in Esteri/Le Brevi/MAIN

La Fratellanza Musulmana, guidata dal Qatar e dalla Turchia, sta facendo di tutto per mantenere il caos in Libia. Secondo il rappresentante speciale del segretario generale delle Nazioni Unite in Libia, Ghassan Salamé la Fratellanza Musulmana sta agendo per boicottare  la tanto attesa conferenza nazionale libica da cui dovrà uscire la data delle elezioni e il percorso per mettere fine alla lunga e travagliata epoca della «transizione» che si terrà a metà aprile a Ghadames, al confine con l’Algeria,u n’antica e splendida città berbera un tempo mecca del turismo libico, scelta come luogo dove dovrà tenersi tra il 14 e il 16 aprile prossimo dall’inviato speciale delle Nazioni Unite Ghassam Salamè, è anche un enorme bacino di idrocarburi che attende dal 2004 di essere sfruttato con pozzi di esplorazione e già due pipeline pronte per portare il petrolio e il gas, direttamente alla raffineria e al porto di Tripoli. (www.alarabiya.net)

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina