Iran: dopo la Germania anche la Francia vieta i voli alla Mahan Air accusata di trasporto di armi e truppe in Siria

in Esteri/Le Brevi

Alla compagnia aerea iraniana Mahan Air era già stato vietato di effettuare voli in Germania. Oggi anche anche la Francia vieta i voli in entrata e in uscita dal paese della Mahan Air accusata di trasportare equipaggiamenti e personale militare in Siria e in altre zone di guerra del Medio Oriente, hanno riferito i diplomatici lunedì, dopo pesanti pressioni statunitensi su Parigi per agire.

Parigi aveva preso in considerazione la possibilità di revocare la licenza più di due anni fa sotto la presidenza di Francois Hollande, ma aveva fatto marcia indietro perché temeva che potesse danneggiare le relazioni subito dopo la firma di un accordo nucleare tra l’Iran e le potenze mondiali nel 2015.

Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni a Mahan Air nel 2011, affermando di aver fornito sostegno finanziario e di altro genere alle Guardie Rivoluzionarie Islamiche dell’Iran (IRGC), e Washington ha insistito con i suoi alleati europei per seguire l’esempio. “Sapevamo delle loro attività dai nostri servizi di intelligence e dopo la mossa tedesca era una questione di credibilità”, ha detto una fonte diplomatica francese. Il divieto francese sulla compagnia aerea, che aveva quattro voli settimanali per Parigi da Teheran, ha effetto dal 1 aprile. Il sito web della compagnia aerea non accetta più prenotazioni e le chiamate ai suoi uffici a Parigi non hanno ricevuto risposta.

Le tensioni tra Parigi e Teheran sono cresciute negli ultimi mesi quando il presidente Emmanuel Macron e il suo governo sono diventati sempre più frustrati con i test sui missili balistici iraniani, le attività regionali e un attacco sventato contro un gruppo di esiliati iraniano in Francia, che a Parigi dice che l’intelligence iraniana era dietro.
Entrambi i paesi hanno riconfermato gli ambasciatori nelle rispettive capitali lo scorso mese dopo oltre sei mesi senza inviati. In questa fase non ci sono piani per bandire un’altra compagnia aerea – Iran Air – ha detto un diplomatico. Mahan Air, fondata nel 1992 come prima compagnia aerea iraniana, ha la più grande flotta di aerei del paese e ha voli per un certo numero di paesi europei, tra cui Francia, Italia, Spagna e Grecia.

I paesi europei sono stati sottoposti a pressioni sostenute dagli Stati Uniti per reimporre le sanzioni contro l’Iran da quando il presidente Donald Trump l’anno scorso ha allontanato Washington da un trattato internazionale di non proliferazione nucleare raggiunto con Teheran sotto il suo predecessore Barack Obama. Insieme all’Iran, gli altri firmatari dell’accordo – Germania, Francia, Gran Bretagna, Russia e Cina – stanno ancora cercando di mantenerlo in vita e hanno istituito a gennaio un meccanismo per consentire il commercio con Teheran e aggirare le sanzioni statunitensi.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

C.P.

 

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina