CAOS ALGERIA/ La nuova trappola di Bouteflika per il popolo algerino

in Editoriale


di Souad Sbai

Tre settimane. Da tanto vanno avanti ininterrotte le proteste del popolo algerino contro il regime di Abdelaziz Bouteflika: un presidente ultraottantenne, debilitato da una malattia e che avrebbe voluto presentarsi per il suo quinto mandato consecutivo. Ma soprattutto, un presidente che ha affamato e oppresso il popolo tra la morsa dei militari e della Fratellanza musulmana.


 

Una rivolta che ha unito oltre 2 milioni di persone normali, moderate, perbene. Uomini e donne. Non solo contro il regime di Bouteflika, ma contro il sistema di potere che lo ha retto fino ad ora e senza cedere all’estremismo. In favore di un governo laico che garantisca loro di non subire più le minacce, le violenze, la fame e la repressione subite per oltre 20 anni.

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE CLICCA QUI

 


Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina