Algeria: i sindacati respingono la richiesta per formare un nuovo governo

in Esteri/Le Brevi

In Algeria i sindacati non vogliono un governo a guida Badaoui, il premier incaricato di formare un nuovo governo che dovrebbe essere composto in buona parte da tecnici.  Per ora tredici sindacati indipendenti algerini si sono rifiutati di appoggiare gli sforzi del primo ministro. “Non scenderemo a patti con il nuovo sistema, apparteniamo alle persone, e le persone hanno detto No al sistema”, ha spiegato uno dei leader del settore dell’educazione, Boualem Amora. Nel frattempo, il leader dell’opposizione Abderrazak Makri ha esortato il presidente Abdelaziz Bouteflika e l’élite al potere di fare un passo indietro e ritirarsi. “La gang si è rifiutata di rispondere al popolo algerino fino a questo momento”, ha commentato Makri. Il leader del sindacato della scuola in Algeria, Boualam Amura, ha spiegato ai media che “non ci sarà alcun dialogo con questo regime”.

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

C.P.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina