Al Bano nella lista nera dell’Ucraina: il cantautore chiede i danni Il legale di Carrisi chiede alla Farnesina di intervenire.

in Le Brevi

Praticamente tutta l’Italia ha riso, quando giorni fa è arrivata la notizia che Al Bano fosse stato messo nella lista nera dall’Ucraina con l’accusa di essere una minaccia alla sicurezza nazionale in quanto “filo – russo e filo – Putin”. Lui, che lì è amatissimo (come del resto in Russia), no.

L’ANSA informa che il legale del cantautore o avvocato Cristiano Magaletti, avverte che intende ricorrere alla Corte Europea dei diritti dell’uomo a Strasburgo perché il nome del suo illustre cliente sia immediatamente depennato dalla black list. Inoltre vuole chiedere i danni: una cifra che Al Bano non terrebbe per sé, ma devolverebbe proprio ad un ente benefico ucraino. Magaletti afferma che quello dell’ “ugola d’oro di Cellino San Marco” potrebbe diventare un “pericoloso precedente” (infatti tre parlamentari ucraini hanno chiesto il bando anche di Toto Cutugno). L’avvocato precisa inoltre che “Al Bano è cittadino del mondo ed amico di tutti, deve essere libero di andare in Ucraina; chiediamo al nostro Governo – aggiunte il legale – di intervenire immediatamente perché hanno ingiustamente attaccato il simbolo della canzone italiana”.


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Ultime da Le Brevi

Vai a Inizio pagina