Leonardo: risultati oltre le attese. C’è Profumo di Qatar

in Economia/Le Brevi

Il gruppo Leonardo, guidato dall’ad Alessandro Profumo brinda ai risultati ottenuti nel 2018 grazie, soprattutto, alle commesse vendute all’Emirato del Qatar, importante finanziatore e sostenitore del terrorismo di matrice islamica. il gruppo fa sapere che i risultati dell’anno scorso hanno superato gli obiettivi sul fronte degli ordini (a 15,3 miliardi, +32% a parità di cambio) e ricavi a (12,4 miliardi, +5%). Il risultato netto è salito dell’83%, a 510 milioni, e l’Ebita del 5,2%, a 1,13 miliardi. Infine, la generazione di cassa a 336 milioni è nella parte alta della guidance rivista al rialzo a luglio. Leonardo inoltre  precisa che gli ordini hanno raggiunto i 15,124 miliardi, con un aumento di circa il 30% dovuto principalmente all’acquisizione del contratto NH90 Qatar per 3 miliardi. Ne saranno contenti i terroristi e gli affiliati alla Fratellanza Musulmana.

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

 

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina