Attentati in moschee in Nuova Zelanda, i vescovi cattolici esprimono vicinanza alla comunità islamica Il messaggio della Conferenza episcopale della Nuova Zelanda.

in Le Brevi

I vescovi della Conferenza episcopale della Nuova Zelanda si stringono alla comunità islamica del Paese per il dolore causato dall’attentato avvenuto alle 7.40 del mattino (l’1.40 in Italia) di venerdì 15 marzo in due moschee di Christchurch: ““Siete nelle nostre preghiere”, scrivono nel loro messaggio, inviato “terribile notizia della violenza” contro di loro. Lo riferisce AGENSIR.

I vescovi sono “estremamente consapevoli delle relazioni positive” con la comunità islamica e “particolarmente inorriditi che ciò sia accaduto in un luogo e in un momento di preghiera”. Il fatto che “persone siano state uccise e ferite” ha suscitato “profonda tristezza”. Perciò inviano il loro “affetto” alle famiglie delle vittime. Gli alti prelati auspicano che queste possano “la nostra solidarietà con voi di fronte a tale violenza”. Intanto il numero delle vittime agli attacchi terroristici ai luoghi di culto islamici è salito a 49 e 50 feriti.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Ultime da Le Brevi

Vai a Inizio pagina