Venezuela, arrestato giornalista. Imputato per associazione a delinquere Luis Carlos Diaz, arrestato lunedì 11 marzo, non può rilasciare dichiarazioni pubbliche e lasciare il Paese.

in Le Brevi

Crisi in Venezuela. Lunedì 11 marzo è stato arrestato un giovane giornalista e attivista per i diritti umani, Luis Carlos Diaz, ispano – venezuelano. Oggi, mercoledì 13, è stato imputato per associazione a delinquere ed è libero con la condizionale: non può rilasciare dichiarazioni pubbliche, andarsene dal Venezuela, deve presentarsi alla polizia ogni otto giorni e non può usare i social. L’annuncio arriva via Twitter dal sindacato dei giornalisti venezuelani, a seguito dell’udienza nel Palazzo di Giustizia di Caracas. La notizia è riportata da Tgcom.Mediaset.it

“La Repubblica” spiega che Luis Carlos critica il regime di Maduro, ma anche l’impoverimento del Paese. Per questo ha subito infamanti attacchi e accuse, l’ultima delle quali solo pochi giorni fa in TV, dov’era stato di fatto accusato di essere un “influencer fascista” (pare anzi che il motivo di fondo del suo arresto sia quello) e di aver contribuito all’epocale blackout che sta coinvolgendo il Venezuela.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Vai a Inizio pagina