Settimana Mondiale del Cervello, la campagna per celebrare i progressi scientifici su quest’organo vitale Dall’11 al 17 marzo una serie di iniziative di sensibilizzazione e divulgazione promosse da esperti.

in Salute

Quella in corso è la Settimana Mondiale del Cervello, o meglio la “Settimana della consapevolezza del cervello” (in inglese “Brain awarness week 2019”). In quest’ambito, da lunedì 11 a domenica 17 marzo, si tiene per iniziativa della Società Italiana di Neurologia (SIN) e coordinata dalla neuropsicologa messinese Donatella Ruggeri, una campagna per divulgare (anche attraverso i social network) i progressi scientifici e per sensibilizzare sulla salute dell’organo che controlla le nostre funzioni vitali, è sede del sistema nervoso centrale, del pensiero nonché delle emozioni. Ci informa il sito medico Policlinico News.it.

Questa settimana è caratterizzata da una serie di iniziative a livello nazionale per far capire quanto sia importante non solo capire le funzioni e le potenzialità del cervello, ma anche come mantenerlo sano, prevenirne l’invecchiamento, oppure riabilitarne le funzioni o limitare i danni (per esempio attraverso lo sport e il reinserimento sociale) dopo una malattia od un trauma. Partecipano psicologi, psicoterapeuti, neuropsicologi, biologi, neuroscienziati e medici, illustrando i risultati delle ultime ricerche, i loro benefici e le strategie da adottare con i pazienti.

Un interesse particolare è coinvolgere i giovani nello studio della struttura e del funzionamento cerebrale umano, soprattutto per quanto riguarda le neuroscienze sperimentali e cliniche. Chissà che, grazie a questa settimana, non vi potranno essere per esempio nuovi studiosi in campi come l’intelligenza, la memoria, le emozioni, lo stress, l’invecchiamento, la plasticità neurale (il grado di flessibilità e adattabilità del cervello), il sonno e le malattie del sistema nervoso.

Una delle iniziative di cui sopra si terrà alla Sapienza di Roma domani, venerdì 15 marzo, alle 14.30, organizzata dal Prof. Marco Salvetti, del Dipartimento di Neuroscienze, salute mentale e organi di senso, che fa riferimento alla Facoltà di Medicina e Psicologia. Si tratta del convegno dal titolo “La motivazione protegge il cervello: come trovarla o sostituirla durante una malattia neurologica grave” ed è rivolto in particolare alle persone con malattie neurologiche o psichiatriche ed alle loro famiglie. L’appuntamento è presso l’Aula Carlo Urbani dell’ospedale Sant’Andrea.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Vai a Inizio pagina