QATAR 2022: LA FIFA DICA NO AL “MONDIALE DELLA SCHIAVITÙ, DEL TERRORISMO E DELLA CORRUZIONE”

in Editoriale


di Souad Sbai

Che il Qatar avesse pagato ingenti somme di denaro per ottenere l’assegnazione dei Mondiali 2022 era cosa già assai nota. Sospetti, indizi e rivelazioni hanno più volte riempito le cronache internazionali da quando, nel novembre 2010, la Fifa ha ceduto alle lusinghe degli emiri di Doha, concedendogli l’onere e l’onore di organizzare l’edizione della massima competizione calcistica. A tre anni di distanza dalla data fatidica e a quota 5.000 in termini di morti e feriti tra i lavoratori stranieri impiegati nella costruzione di stadi e infrastrutture, l’effettiva organizzazione dell’evento è stata messa in seria discussione dalla pubblicazione sul quotidiano britannico Sunday Times dei dettagli dell’avvenuta corruzione della Fifa ad opera del Qatar.


PER LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE CLICCA QUI

 


Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina