Messina, confessa il fidanzato della ragazza uccisa I familiari della vittima l’hanno trovata in casa con il volto tumefatto e i capelli strappati.

in Cronaca

E’ l’8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, e ci tocca parlare di un altro femminicidio. “La Repubblica” rende noto che ha confessato a Messina Cristian Ioppolo, 26 anni, sospettato di aver ucciso la compagna, Alessandra Immacolata Musarra, trovata morta in casa sua la mattina di ieri, giovedì 7 marzo, da familiari. Questi ultimi hanno chiamato il 118, il cui personale ha visto segni di percosse sul volto e sulla testa della vittima, i capelli strappati. Stretto Web. com ha spiegato che Luciano, il padre di Alessandra, ha riferito che, dato che la figlia non apriva la porta, lui e l’altro suo figlio sono entrati nell’abitazione con la scala dal balcone, e hanno trovato la ragazza morta. L’uomo ha detto di non aver capito subito che il fidanzato avesse ucciso Alessandra (la quale, solo alcuni giorni fa, aveva postato su Facebook un video della soap “Un posto al sole”, in cui si faceva un riferimento alla violenza sulle donne). Aveva ricevuto un sms da Cristian che si spacciava per lei e chiedeva aiuto. Accusava proprio lui (se stesso), di impedirle di aprire la porta. I due giovani avevano iniziato a convivere dal maggio del 2018, ma la loro relazione era stata burrascosa, fatta di litigi e di tira e molla. Non vivevano più insieme, ma continuavano a frequentarsi.

Alessandra Bogs

info@almaghrebiya.it

Vai a Inizio pagina