Venezuela, il ministero degli Esteri russo: “Caracas ha evitato la provocazione dell’arresto di Guaidò”

in Le Brevi

Sul mancato arresto dell’autoproclamatosi presidente ad interim venezuelano Juan Guaidò al suo rientro a Caracas dopo una visita in Colombia (e poi Brasile, Paraguay, Argentina ed Ecuador) iniziata il 22 febbraio per assistere e coordinare gli aiuti umanitari alla propria popolazione, è intervenuto il ministro degli Esteri russo Alexander Shchetinin (foto), che ribadendo la linea del suo Paese in difesa del presidente del Venezuela Nicolàs Maduro, ha dichiarato che quest’ultimo “è stato costantemente spinto verso questa provocazione, evitata magistralmente. Penso che questo – ha sostenuto – dimostri assolutamente la tendenza del governo di Maduro per una soluzione pacifica senza cataclismi interni”.

Ha concluso dicendo che spetta esclusivamente alle “autorità legittime venezuelane” (riporta il portale Sputnik) decidere cosa fare. “Qui stiamo valutando la situazione dall’esterno, niente di più”.

Il tentativo di Guaidò di ricevere aiuti umanitari dai Paesi che lo sostengono, è fallito e lui praticamente si è trovato in esilio: in patria sarebbe finito in manette a causa del divieto di espatrio disposto per lui dal tribunale supremo di Caracas. Dall’estero aveva comunque detto e ripetuto che, se Maduro l’avesse fatto arrestare, ci sarebbero state delle enormi conseguenze sul piano internazionale.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Le Brevi

Vai a Inizio pagina