Davide Astori, un anno fa la scomparsa del capitano della Fiorentina: una messa e la squadra alla tomba I giocatori hanno deposto dei fiori in omaggio.

in Sport

Oggi, lunedì 4 marzo 2019, cade il primo anniversario della scomparsa di Davide Astori, il capitano della Forentina scomparso a 31 anni a causa di uno sconosciuto problema al cuore in un albergo di Udine, città dove lui avrebbe dovuto giocare con la sua squadra l’indomani.

Il giovane è sepolto a San Pellegrino Terme, dove si è tenuta una Messa in suo ricordo. Erano presenti i suoi genitori Anna e Renato e i fratelli Marco e Bruno ed oltre 300 persone. Non c’era invece la compagna del calciatore, l’ex gieffina Francesca Fioretti, rimasta a casa a badare alla loro piccola Vittoria.


In chiesa anche una delegazione del Cagliari – in cui Davide aveva giocato – con il presidente Giulini, il dirigente Daniele Conti e Cossu, gli ex calciatori Badelj e Saponara, Antonelli dell’Empoli.

“I frutti da lui lasciati in vita possiamo riconoscerli tutti e gli hanno permesso di raggiungere una responsabilità particolare, non da tutti. Chi può essere capitano se non uno capace di far germogliare i frutti del proprio albero?”, ha detto Don Gianluca Brescianini nell’omelia. Dopo la messa Terminata la messa, la Fiorentina ha deposto i fiori sulla tomba del suo defunto capitano: a farlo il suo “erede”, Germàn Pezzella.

info@almaghrebiya.it


Vai a Inizio pagina