ERDOGAN-FRATELLI MUSULMANI EGIZIANI, DIVORZIO IN VISTA?

in Editoriale

 

di Souad Sbai

Si rincorrono le voci circa la possibile rottura del matrimonio tra Recep Tayyip Erdogan e gli affiliati della Fratellanza Musulmana egiziana che hanno trovato un porto sicuro in Turchia per sfuggire alla campagna anti-terrorismo portava avanti dal Cairo.

 

Secondo fonti dell’opposizione basate ad Ankara e Istanbul, la recente estradizione in Egitto del terrorista Mohamed Abdel Hafiz, il Fratello Musulmano coinvolto nell’assassinio di un magistrato egiziano nel 2015 con un’auto-bomba, sarebbe indicativa della volontà di Erdogan di sbarazzarsi dei membri dell’organizzazione islamista, divenuti una presenza particolarmente ingombrante alla corte del presidente turco.

 

Erdogan comincerebbe a soffrire della sua immagine negativa agli occhi della comunità internazionale, comunemente associata alle purghe e alle liste di proscrizione di cui sono state vittima finora centinaia migliaia di dissidenti o presunti tali, e al supporto fornito ai gruppi estremisti e terroristici, nonché ai movimenti e ai partiti politici legati alla Fratellanza in Medio Oriente e Nord Africa, soprattutto in Siria, Libia, Tunisia ed Egitto.

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE CLICCA QUI

 

Tags:

Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina