Milano in negativo e Borsa Europa in rosso causa Wall Street

in Economia/Le Brevi

La Borsa di Milano è ancora fra le peggiori (-0,55%), anche se ha ripreso leggermente quota, dopo il crollo legato alla diffusione dei dati negativi sull’andamento dell’industria. Lo spread è a 268 punti, in rialzo rispetto ai 262 in apertura. L’euro è scambiato a 1,132 dollari. L’apertura in rosso di Wall Street non ha appesantito ulteriormente i listini europei, che restano comunque tutti in ribasso. Mentre per le Borse europee la situazione: Londra segna una perdita consistente (-0,58%), mentre Parigi cede lo 0,3%, Francoforte lo 0,2% e Madrid lo 0,27%. In Piazza Affari salgono Tim (+0,76%), grazie ai ‘progetti’ sulla società con l’intenzione di Cdp di accrescere la propria quota, Unipol (+1%) e Ferrari (+0,45%). In coda ci sono invece soprattutto titoli bancari (il comparto cede l’1,2%): Ubi (-3,1%), Mps (-1,7%), Unicredit (-1,5%), Intesa (-0,85%) e Banco Bpm (-0,82%). In rosso anche Amplifon (-3,5%), Astaldi (-1,6%), Pirelli (-1,7%) e Leonardo (-1,6%).

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

C.P.

 

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Economia

Vai a Inizio pagina