Milano in negativo e Borsa Europa in rosso causa Wall Street

in Economia/Le Brevi

La Borsa di Milano è ancora fra le peggiori (-0,55%), anche se ha ripreso leggermente quota, dopo il crollo legato alla diffusione dei dati negativi sull’andamento dell’industria. Lo spread è a 268 punti, in rialzo rispetto ai 262 in apertura. L’euro è scambiato a 1,132 dollari. L’apertura in rosso di Wall Street non ha appesantito ulteriormente i listini europei, che restano comunque tutti in ribasso. Mentre per le Borse europee la situazione: Londra segna una perdita consistente (-0,58%), mentre Parigi cede lo 0,3%, Francoforte lo 0,2% e Madrid lo 0,27%. In Piazza Affari salgono Tim (+0,76%), grazie ai ‘progetti’ sulla società con l’intenzione di Cdp di accrescere la propria quota, Unipol (+1%) e Ferrari (+0,45%). In coda ci sono invece soprattutto titoli bancari (il comparto cede l’1,2%): Ubi (-3,1%), Mps (-1,7%), Unicredit (-1,5%), Intesa (-0,85%) e Banco Bpm (-0,82%). In rosso anche Amplifon (-3,5%), Astaldi (-1,6%), Pirelli (-1,7%) e Leonardo (-1,6%).

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


C.P.

 


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina