Trovata morta l’ex maratoneta Maura Viceconte L’ex atleta, 51 anni, si è suicidata nella sua casa a Chiusa San Michele, in provincia di Torino.

in Sport

Tragedia nel mondo dell’atletica azzurra. L’ex maratoneta Maura Viceconte, nata a Susa in provincia di Torino 51 anni fa, è stata trovata morta domenica 10 febbraio nella sua casa a Chiusa San Michele, in provincia di Torino. L’ex atleta, Bronzo agli Europei di Budapest 1998, partecipante alle Olimpiadi di Sidney 2000, si è tolta la vita impiccandosi.

La sua scomparsa è stata annunciata dalla Fidal, la Federazione di Atletica Leggera. La Viceconte è stata primatista assoluta della distanza regina: ha mantenuto il record di 42,195 chilometri dal 2000 al 2012, quando è stato battuto per soli 3″ da Valeria Straneo. Inoltre ha battuto il record italiano dei 10.000 metri con 31′ 05″ a Heusden, in Olanda nel 2000.

Poi ancora successi in importanti maratone a Venezia, Montecarlo, Carpi, Roma, Vienna (battendo l’allora record nazionale di 2h23:47), Praga e Napoli.

La sua carriera agonistica si è conclusa nel 2004 e si trovò ad affrontare la gara più dura della sua vita, quella con un tremendo carcinoma al seno. Ciò la portò a diventare testimonial anti-cancro per l’associazione Salute-Donna di Torino.

Nel novembre dello scorso anno, la campionessa aveva promosso un docu-film sulla sua vita, il cui titolo non avrebbe potuto che prendere spunto dall’attività agonistica della Viceconte: ““La vita è una maratona – La corsa il modo di vivere“. Per realizzarlo, era tornata a correre.

La Fidal la ricorda come “figura di notevole rilievo nel panorama fondistico nazionale ed internazionale”.

Ultime da Sport

Vai a Inizio pagina