Egitto: arrestati studenti accusati di “disprezzo della religione cristiana”

in Esteri/Le Brevi

Le autorità egiziane hanno arrestato quattro studenti per aver deriso i rituali cristiani in un video online e hanno ordinato che fossero tenuti in custodia per quattro giorni, ha detto una fonte giudiziaria lunedì. Gli studenti universitari di età compresa tra i 19 e i 24 sono stati accusati di essere in “disprezzo della religione cristiana”, ha detto la fonte. Se giudicati colpevoli e giudicati colpevoli, potrebbero essere condannati a cinque anni di prigione. Sono stati arrestati la scorsa settimana e rimandati in custodia dal procuratore di stato domenica notte.

Alla fine di gennaio hanno pubblicato un video su YouTube in cui venivano presumibilmente derisi gli inni copti e le preghiere.
Ma in seguito rimossero la clip e postarono delle scuse online. I copti, una minoranza cristiana che rappresenta il 10 per cento dei 98 milioni di abitanti egiziani, hanno più volte lamentato l’emarginazione nel paese per lo più musulmano. Negli ultimi anni sono stati presi di mira dagli estremisti del gruppo Daesh. Le prove per “disprezzo” del cristianesimo sono rari in Egitto, dove più spesso le accuse sono livellate per il disprezzo dell’Islam di solito contro gli intellettuali musulmani liberali. Nel 2016 quattro adolescenti copti sono stati dichiarati colpevoli di essere in oltraggio all’Islam e tre di loro sono stati condannati a cinque anni dopo aver preso in giro la preghiera musulmana in un video. Nello stesso anno fuggirono dal paese, viaggiando in Svizzera dove ottennero asilo politico.

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

 

C.P.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina