Ciampino, aeroporto riaperto dopo la rimozione di tre bombe della Seconda Guerra Mondiale

in Le Brevi

E’ stato riaperto l’Aeroporto di Ciampino, chiuso intorno alle 14 di oggi, giovedì 7 febbraio, dopo il ritrovamento di tre ordigni, tedeschi, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale nel corso di lavori di manutenzione delle zone sosta dei velivoli.

Gli artificieri sono intervenuti per terminare di rimuovere i residuati bellici. Durante le operazioni, i passeggeri sono stati fatti evacuare dallo scalo e, spiega una nota degli Aeroporti di Roma (Adr), “sono stati costantemente informati e assistiti dal personale di Aeroporti di Roma, che ha anche fornito generi di conforto e acqua durante l’attesa. L’operatività dell’aeroporto si è dunque regolarmente riavviata”. Tutto è tornato alla normalità.

Del disinnesco degli ordigni, che pesano complessivamente 150 kg per un totale di 75 kg di esplosivo, si stanno occupando gli specialisti del 6 Reggimento Genio dell’Esercito. L’area è stata evacuata.

Gli stessi artificieri, lo scorso anno, hanno effettuato oltre 2.000 interventi specialistici per la bonifica di ordigni esplosivi e residuati bellici (oltre 4.500 ordigni disinnescati). Negli ultimi dieci anni l’Esercito ha svolto oltre 35.000 interventi di questo tipo in tutta Italia.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Le Brevi

Vai a Inizio pagina