Vibo Valentia, presunto pedofilo ucciso nel 2015: due arresti A marzo era già finito in carcere un altro giovane

in Cronaca

Questa mattina, a Vibo Valentia, i militari del commissariato e dello Sco hanno arrestato due persone accusate di aver ucciso in un agguato un presunto pedofilo, Francesco Fiorillo, 45 anni, venditore ambulante, il 15 dicembre del 2015. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Gip di Vibo Valentia su richiesta della Procura della Repubblica.

Nel marzo 2018 era già finito in carcere un giovane, Antonio Zuliani, di 26 anni, identificato grazie al dna su un guanto in lattice trovato sul luogo del delitto e grazie a questa scoperta, sono stati trovati gli altro due. Non si cercano altri soggetti coinvolti.


Si ritiene che Fiorillo sia stato ucciso per vendetta da parte di persone legate ad uno o più minori abusati. L’omicidio è avvenuto mentre l’uomo stava parcheggiando la propria auto per tornare a casa: gli assassini si sono nascosti dietro un cespuglio armati di pistole e hanno fatto fuoco.

La morte del presunto pedofilo aveva portato ad un’indagine denominata “Settimo cerchio”, che ha sgominato un giro di molestatori di bambini.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Vai a Inizio pagina