Modena, cadavere trovato carbonizzato in un’auto: s’indaga per omicidio La vittima è una 38enne marocchina, badante. Interrogato il marito.

in Le Brevi

Giallo a Modena, dove sui sedili posteriori di un’auto, nei pressi dell’inceneritore cittadino, è stato trovato il cadavere carbonizzato di una donna marocchina di 38 anni, badante. A trovarla è stato un carabiniere in borghese che si trovava nella zona, e ha visto che dalla vettura usciva del fumo.

La procura modenese ha aperto un’inchiesta per omicidio volontario. Il marito della vittima è stato sentito in questura (ma nient’altro).


Il procuratore capo di Modena, Lucia Musti, esclude l’ipotesi del suicidio. Tuttavia, precisa, “Le condizioni del corpo non consentono di stabilire in che modo la vittima sia stata uccisa, ce lo dirà la medicina legale. Proprio dalle condizioni del corpo abbiamo potuto stabilire che si è trattato di un omicidio e non di un suicidio. Confermo che al corpo è stato dato fuoco, ma le fiamme non sono uscite dall’auto per mancanza di ossigeno. Era chiusa bene all’interno”.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Le Brevi

Vai a Inizio pagina