In Israele, gli uomini vengono curati dalla prostatite in 2-3 settimane, una volta nella vita, una volta per tutte. (il metodo è descritto di seguito)

in Salute


La prostatite è la malattia più comune tra gli uomini sopra i 40 anni, mentre i medici notano una spiacevole tendenza al “ringiovanimento” della malattia. Sempre più spesso, gli uomini si rivolgono ai medici con questi problemi all’età di 30, 25 e persino 20 anni.La prostatite è la malattia più comune tra gli uomini sopra i 40 anni, mentre i medici notano una spiacevole tendenza al “ringiovanimento” della malattia. Sempre più spesso, gli uomini si rivolgono ai medici con questi problemi all’età di 30, 25 e persino 20 anni.

 

 

 

La malattia è provocata dalle seguenti abitudini e comportamenti


 

– stile di vita sedentario,

– vita sessuale irregolare,

– malattie infettive trasmissibili,

– predisposizione ereditaria,

– stress e malattie del tratto uro-genitale,

Nel mondo di oggi è facilissimo avere problemi alla prostata. Qualcuno la prende a 25 anni, qualcuno a 45 anni, è una questione di tempo.

 

Controlla se hai i sintomi della prostatite:

 

 

 

Nel 2018, il Dipartimento di Urologia ha pubblicato statistiche spaventose: oltre il 55% degli uomini di età superiore ai 40 anni ha problemi alla prostata. Per determinare la presenza di prostatite è abbastanza semplice e non è necessaria una preparazione medica, la maggior parte dei suoi sintomi sono specifici:

 

Dolori lancinanti:

– Nel basso addome, nello scroto;

– nel perineo o nel pene;

Disturbi urinari:

– minzione frequente, bruciore nell’uretra;

– una sensazione di “vescica non completamente vuota”;

– difficoltà a urinare (flusso debole);

Disturbi della funzione sessuale:

– riduzione del desiderio sessuale;

– deterioramento della durata e della qualità dell’erezione;

Disturbo dell’eiaculazione:

– eiaculazione precoce o problemi con il suo raggiungimento;

– eiaculazione debole

E anche, maggiore stanchezza e irritabilità del corpo.

 

Nonostante l’ovvio declino della qualità della vita, molti uomini vivono da anni con la prostatite, inconsapevoli delle conseguenze irreversibili che le sensazioni spiacevoli potrebbero sembrare più o meno compatibili con la vita.

 

 

La prostatite non curata fino alla fine porta sempre ad un adenoma prostatico (“morte maschile”)

 

In parte questi uomini possono essere capiti, la diagnosi della prostata in ogni uomo che capisce questo processo provoca grave depressione e imbarazzo. Inoltre, nella stragrande maggioranza dei casi, dopo aver avuto la diagnosi di prostatite, andare all’urologo diventa una schiavitù annuale. I medici alleggeriscono i sintomi più acuti con l’aiuto di farmaci “raccomandati dai farmacisti”, tuttavia, appena non si seguono le prescrizioni, la prostatite “si ripresenta di nuovo”.

 

Come la prostatite viene trattata danoi (e come NON dovrebbe essere trattata)

 

La cosa più triste è che non puoi sbarazzarti della prostatite, anche se lo vuoi davvero.Si va in ospedale o dal dottore: non fa differenza, perché alla fine dovrai comunque pagare.

Il medico conduce fa la visita, prescrive molti test. Alcuni non sono nemmeno necessari, ma nel caso, improvvisamente si trova qualcos’altro che può essere curato. Inoltre, i test stessi costano denaro.

Dopo l’esame, il medico fa ladiagnosi di “prostatite” e prescrive “farmaci raccomandati”. I farmaci sono prescritti quelli che sono progettati per alleviare i sintomi acuti della malattia, ma non il trattamento della prostatite cronica. E, naturalmente, l’urologo consiglia i farmaci delle aziende farmaceutiche i cui rappresentanti medici gli hanno portato più soldi. Questi farmaci sono sulla bocca di tutti.

Oltre ai farmaci “raccomandati” per alleviare i sintomi, i medici prescrivono sempre un massaggio prostatico rettale o un trattamento con un effetto simile. Questa è una procedura umiliante e molto spiacevole, il massaggio viene fatto con un dito inserito nell’ano. In media, il massaggio richiede 10-14 sedute. Per ogni sessione, ovviamente, devi pagare. Oltre al trattamento principale, i medici spesso prescrivono farmaci per migliorare le funzioni sessuali, migliorare la qualità dello sperma, “ripristinare il corpo” dopo gli antibiotici, ecc.

Di conseguenza, un trattamento una tantum della prostatite in Italia costa dai 300 a 1.500 euro, gli urologi in realtà formano un ciclo di terapia basato sulle possibilità finanziarie del paziente in primo luogo. In questo caso verranno rimossi solo i principali sintomi acuti della malattia. La prostatite cronica rimarrà e si manifesterà nuovamente non appena si smette di seguire la dieta prescritta dal medico. Di conseguenza, questi importi devono essere pagati annualmente: è su questo che viene costruita l’attività delle aziende farmaceutiche.

 

Come viene trattata la prostatite in Israele

 

In Israele, per curare la prostatite, non è nemmeno necessario consultare un medico. Basta andare in farmacia ai primi sintomi e comprare prodotti accertati da decenni che non raggiungono il mercato italiano solo perché aiutano a curare completamente la prostatite cronica (una volta nella vita e per sempre)! Naturalmente, un tale farmaco non è vantaggioso per la mafia delle aziende farmaceutiche tedesche, dopo tutto, è molto più vantaggioso avere una persona che ogni anno ha bisogno di eliminare i sintomi del dolore che curare la malattia con un farmaco completamente economico che sia accessibile a tutti. A differenza del nostro paese, l’assicurazione medica privatamed è altamente sviluppata in Israele. Le compagnie di assicurazione medica non sono interessate che i pazienti visitino i medici più di 2 volte l’anno, dopo tutto, le aziende devono pagare per tutto questo, e gli stipendi dei medici sono piuttosto alti lì. Al contrario, sono interessati a garantire che il trattamento sia il più efficiente e veloce possibile.

 

In Israele, gli interessi delle compagnie assicurative hanno vinto la mafia delle aziende farmaceutiche e, fortunatamente per gli uomini comuni, uno strumento di lavoro per il trattamento della prostatite è sempre in vendita…healthy beauty

 

La situazione in Italia cambierà in meglio?

 

Sfortunatamente, non dovremmo aspettarci cambiamenti positivi in questo ambito, perché il business da diversi miliardi di dollari delle aziende farmaceutiche europee non lo permetterebbero.