Ciad: la Francia ordina raid contro jihadisti giunti dalla Libia

in Esteri/Le Brevi

Aerei da guerra francesi sono intervenuti ieri in Ciad, colpendo un gruppo armato giunto dalla Libia, secondo quanto annunciato  lo Stato maggiore dell’esercito a Parigi. Youssouf Hamid portavoce dei ribelli del Ciad, Stato che confina a nord con la Libia, ha dichiarato: “Parigi è diventata una forza ostile al popolo del Ciad”. La dichiarazione, rilasciata a media locali, del portavoce dei ribelli ciadiani dell’Unione delle forze di resistenza ha identificato la colonna di 40 pickup presa di mira ieri dai raid francesi mentre penetrava in Ciad dalla Libia. Mentre  alla France Presse Hamid ha aggiunto: ““Stiamo continuando a progredire siamo pronti ad affrontare tutto quello che ci si parerà davanti, tutto quello che verrà posizionato davanti a noi. Non abbiamo paura degli attacchi aerei francesi”. Secondo Parigi, i raid aerei sono avvenuti “tra il Tibesti ed Ennedi”, nel Nord-Ovest del Paese e inoltre l’Eliseo ha dichiarato che l’intervento dei Mirage 2000 partiti dalla base aerea di N’Djamena, in nome della missione Barkhane, creata dalla Francia per contrastare l’avanzata dei jihadisti in Africa,  “ha impedito questa avanzata ostile” e ha permesso “di disperdere la colonna” che “stava entrando in profondità nel territorio del Ciad”. I raid francesi si sono svolti tra “Tibesti e l’Ennedi”, quando il corteo aveva già percorso circa 400 chilometri sul territorio del Ciad.

redazione@almaghrebiya.it

C.P.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina