India, donna uccisa per stregoneria con i suoi quattro bambini

in Le Brevi

Orrore in India, in un piccolo villaggio nello Stato orientale dell’Odisha, dove una donna, di nome Nandri Munda, è stata massacrata a colpi di vanga con l’accusa di stregoneria insieme ai suoi quattro figli, che avevano dai 10 mesi ai 4 anni.

I pluriomicidi sarebbero sei uomini, compreso un presunto stregone, che avrebbero voluto vendicarsi per una maledizione che la donna avrebbe lanciato su di loro. Dopo i delitti e aver nascosto i cadaveri in un pozzo, i presunti responsabili sono stati arrestati dalla polizia.

Il terribile episodio è avvenuto giovedì 24 gennaio nell’abitazione delle vittime. Il marito della donna, tornato dal lavoro, avrebbe trovato la casa a soqquadro e piena di sangue. Della moglie e dei figlioletti nessuna traccia: fino a qualche ora più tardi, dove sono stati trovati senza vita nel pozzo. Cinque degli uomini che avrebbero compiuto il massacro, sarebbero familiari della donna, rivoltisi al sesto perché annullasse la maledizione da lei lanciata e che dodici anni fa avrebbe causato la morte di una loro sorella.

In India questo non è il primo caso di assassinio con l’accusa di stregoneria: la paura delle streghe e la relativa caccia sono ancora molto diffuse.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Le Brevi

Vai a Inizio pagina