Pensione con Quota 100? Ora c’è anche quota 94: come usarla

in Economia

La pensione con Quota 100? Ora spunta anche quota 94. Infatti col nuovo sistema previdenziale c’è la possibilità di poter andare in pensione anche a 59 anni con almeno 35 anni di contributi maturati al 31 dicembre 2018. Il tutto con un assegno di sostegno al reddito erogato dal datore di lavoro fino al raggiungimento dei requisiti per l’anticipo pensionistico di quota 100 con 62 anni di età e 38 anni di contibuti. In questo modo si può lasciare il lavoro almeno 8 anni rispetto al limite più alto che di fatto tocca i 67 anni di età.

 

Come riporta Italia Oggi le condizioni perché si possa lasciare il lavoro a 59 anni devono essere due: deve esserci un accordo che fissi in modo esatto il numero dei lavoratori che possono accedere al piano di pre-pensionamento e il relativo pagamento degli oneri. Il costo di questa operazione ovviamente è a carico del datore di lavoro. In questo quadro va sottolineato che questo tipo di “scivolo” è possibile portarlo avanti con un accordo aziendale e territoriale che sancisce una sorta di ricambio generazionale con un numero di unità da assumere ripsetto a al numero di unità che accedono al pre-pensionamento. IlgiornaleInfine, come abbiamo ricordato, la stessa azienda dovrà assumersi l’onere dei costi degli assegni di pre-pensionamento fino al raggiungimento dei requisiti minimi per Quota 100, i 62 anni anagrafici e i 38 di contributi.