Gli organizzatori di Asian Cup esaminano i reclami degli Emirati Arabi Uniti sui giocatori del Qatar

in Esteri/Le Brevi

La Coppa asiatica ospita gli Emirati Arabi Uniti che hanno presentato una protesta per l’ammissibilità di due giocatori del Qatar, ha detto oggi la Federcalcio asiatica. La mossa arriva un giorno prima che il Qatar faccia la sua prima apparizione finale contro il Giappone, e due giorni dopo che i Maroons hanno sconfitto gli EAU 4-0 in un’amara semifinale che ha visto la folla di casa colpire i vincitori con bottiglie e scarpe di plastica. “La Confederazione calcistica asiatica ha ricevuto una protesta dagli Emirati Arabi Uniti in merito all’ammissibilità di due giocatori del Qatar”, ha detto un portavoce dell’Afc all’Afp. “Questa protesta verrà ora rivista in linea con i regolamenti AFC.” I resoconti dei media hanno detto che i giocatori in questione sono l’attaccante Almoez Ali, che ha segnato un record di otto reti nel torneo, e il difensore Bassam Al-Rawi. Ali, 22 anni, è di origine sudanese, mentre il 21enne Al-Rawi è nato in Iraq. Secondo il Codice Disciplinare ed Etico AFC, la penalità per il fielding di un giocatore non idoneo è la perdita della partita e una multa. L’AFC ha anche il potere di escludere le squadre da una competizione futura se l’ineleggibilità viene scoperta dopo un torneo, dice il documento.

Martina Margaglio

SULLO STESSO ARGOMENTO LEGGI L’EDITORIALE DI SOUAD SBAI CLICCANDO QUI

redazione@almaghrebiya.it

 

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina