Reddito di cittadinanza? Significa: sospensione del Governo

in Italia/Le Brevi

L’espressione reddito di cittadinanza può essere tradotta benissimo, nel gergo politico, come Governo sospeso, morto, inesistente. Perché i lavoratori avranno una nuova famiglia da mantenere: quella di chi non ha voglia di lavorare. Una scelta che porterà voti a chi lo ha promesso, ma non porterà lunga vita politica. Infatti, c’è alta la tensione sul percorso intrecciato di reddito di cittadinanza e pensioni di invalidità. Matteo Salvini dal vertice di Varsavia ha avvertito: “noi il reddito di cittadinanza senza la parte sulle pensioni d’invalidità non lo votiamo”. Mentre l’alter ego di Salvini, il vicepremier Luigi Di Maio ha dichiarato che “260mila invalidi avranno una pensione di invalidità più alta grazie all’introduzione del reddito di cittadinanza. A loro il reddito si applica a prescindere, è svincolato dal lavoro e dalla ricerca dello stesso nei centri di impiego”. Inoltre, sempre il leader pentastellato ha detto: “Quota 100 viaggia col reddito di cittadinanza, è davvero assurdo che si rallenti tutto”. Sempre il capo 5 Stelle ha poi voluto tendere la mano al Carroccio ricordando che “il sottosegretario Claudio Durigon ha fatto chiarezza precisando che 260mila invalidi avranno una pensione di invalidità più alta. Mi fa piacere e conferma la sua serietà, plaudo al fatto che non voglia rallentare l’introduzione del reddito di cittadinanza”. Il Governo trema e a Montecitorio si iniziano ad avvertire i primi smottamenti.

C.P.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Italia

Vai a Inizio pagina