Lega-5Stelle: il governo alla canna(bis) del gas

in Italia/Le Brevi

L’attuale governo a formazione Lega e Movimento 5 Stelle poggia sempre su un lago ghiacciato. L’instabilità sta alle porte di Montecitorio e l’unico appiglio che rimane a Salvini, una volta che il lago sarà scongelato, sono Forza Italia e Fratelli d’Italia. Soprattutto, con l’arrivo della primavera: con l’arrivo del caldo si scioglierà quella lastra di ghiaccio sulla quale si mantiene l’attuale Governo, ci saranno le elezioni europee e Salvini dovrà far fronte al caso della nave Diciotti e alla richiesta di processarlo. I primi cedimenti della lastra di ghiaccio già iniziano a sentirsi e ce ne siamo dati conto con la proposta avanzata qualche settimana fa da Luigi Di Maio sulla legalizzazione della cannabis, che è stata fortemente osteggiata dalla Lega e poi bocciata senza appello da Salvini in persone, potrebbe facilmente trovare l’appoggio in Parlamento del Partito Democratico e di Liberi e Uguali (che sono maggioranza sia alla Camera sia al Senato). Anche una fetta, seppur minoritaria, di Forza Italia ( alcuni presenti nell’area liberal) potrebbe essere sensibile su temi sociali cari ai 5 Stelle. Dunque,  nello scenario politico italiano saranno presenti maggioranze variabili che potrebbero modificarsi di volta in volta in base ai temi all’ordine del giorno.

C.P.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Italia

Vai a Inizio pagina