Gran Bretagna: si diffonde la “stiratura del seno” per le ragazzine di origine africana E’ una pratica comune in certe zone dell’Africa, ma ora è presente anche nel Regno Unito.

in Le Brevi

La macabra scoperta è avvenuta nelle scuole: insegnanti e medici, durante normali controlli, hanno riscontrato in alunne dagli 8 ai 13 anni originarie di Paesi dell’Africa soprattutto centrale e meridionale, un vistoso appiattimento delle forme che più o meno precocemente si stavano sviluppando: praticamente non c’erano più. Al loro posto scottature e ferite, riconducibile alla barbara pratica della “stiratura del seno” (breast ironing), per cancellare, anche con un vero e proprio ferro da stiro, femminilità in bocciolo che potrebbero attirare i maschi.

Un po’ la stessa “logica” – non logica che sottende all’infibulazione (diffusa ormai anche tra bambine, ragazzine e donne che vivono in Europa, Gran Bretagna inclusa). Le vittime (perché tali sono) vengono portate nei Paesi d’origine durante l’estate; il tutto viene presentato loro come una festa, un qualcosa fatto per il loro bene, magari da madri o comunque donne della famiglia, ma rimangono fisicamente e psicologicamente mutilate a vita.

Perciò sono sempre di più le associazioni britanniche dei diritti umani, dei dritti delle donne e dell’infanzia, che chiedono programmi educativi per famiglie per evitare ciò che è soltanto una barbarie.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Vai a Inizio pagina