Fiera internazionale del Libro del Cairo: confiscati i libri della Fratellanza Musulmana

in Esteri/Le Brevi

Un libro del fondatore dei Fratelli Musulmani Hasan Al-Banna è stato confiscato dagli organizzatori della Fiera del Libro del Cairo attualmente in corso nella capitale, secondo il quotidiano egiziano Al-Masry Al-Youm . Islam Bayoumy, direttore delle mostre presso la General Egyptian Book Organization (GEBO) e direttore del Cairo International Book Fair, ha detto ai giornalisti che durante un’ispezione delle varie zone della fiera, il comitato dell’evento ha trovato cinque copie di un libro di Al- Banna, intitolato ” Detti di Hassan Al-Banna “. I libri del fondatore della Fratellanza, che sono vietati, sono stati trovati per appartenere alla casa editrice marocchina Dar Al-Rashad. Gli editori sono stati avvertiti di non vendere il materiale, con minacce di chiusura se non si conformavano. “L’editore non è egiziano e non sapeva che tali libri fossero vietati in Egitto”, ha detto Eslam Bayoumi, direttore dell’esposizione presso l’Autorità egiziana dei libri. La 50ª Fiera Internazionale del Libro del Cairo è attualmente in corso nella Quinta Congregazione fino al 5 febbraio, ospitando oltre 600 case editrici da tutto il mondo. Dopo il colpo di stato militare del 2013 , l’Egitto ha visto una drammatica repressione della libertà nel paese e un aumento della legislazione normativa ; azione giustificata dal governo come necessaria per la “sicurezza nazionale”.

Il partito dei Fratelli Musulmani, fondato in Egitto nel 1928, fu espulso dal potere durante il colpo di Stato. Da allora è stato bandito e dichiarato un gruppo terroristico. I leader della Fratellanza, tra cui il deposto presidente Mohamed Morsi, sono stati imprigionati o giustiziati e sono stati sequestrati i beni di migliaia di individui e organizzazioni che presumibilmente hanno legami con il gruppo.

Nel 2015 il capo del settore religioso del Ministero dell’Energia dell’Egitto ha annunciato che il ministero avrebbe bruciato tutti i “libri velenosi” scritti dagli studiosi della Fratellanza Musulmana, inclusi quelli di Hassan Al-Banna, Yusuf Al-Qaradawi e Sayyid Qutb, come bene come libri scritti da altri gruppi islamisti. Nonostante questa repressione, il sostegno alla Fratellanza rimane in tutta la regione, con molti che accreditano Al-Banna come fonte d’ispirazione per una varietà di partiti politici arabi e la continua popolarità dell’islamismo come visione politica.

C.P.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina