Europee, Berlusconi: “L’Italia è di nuovo in pericolo, torno in campo”

in Politica


Il mio senso di responsabilità mi impone di scendere in campo alle Europee perché di nuovo, come nel 1994, il nostro Paese corre un pericolo molto grave”. Così Silvio Berlusconi nel videomessaggio per i 25 anni di Forza Italia. “Il M5s – ha quindi spiegato – è una forza politica moderna nell’uso dei nuovi strumenti di comunicazione, ma vecchissima nei contenuti e nelle proposte. Nei loro programmi e nei loro discorsi c’è il peggio del Novecento”.

 

 

“Sono contro l’economia di mercato, contro le nfrastrutture, contro la democrazia parlamentare, contro lo Stato di diritto, contro le nostre garanzie di giustizia e libertà – prosegue Berlusconi – e hanno addirittura trasformato, da feroci giustizialisti quali sono, la presunzione di innocenza garantita dalla Costituzione in presunzione di colpevolezza”.


 

Il leader di Forza Italia spiega quindi che 25 anni fa “scesi in campo per evitare che il Paese cadesse nelle mani di una sinistra ancora comunista. Oggi quella sinistra non esiste più, ma il mio senso di responsabilità mi induce ancora una volta a scendere in campo alle europee perché di nuovo il Paese corre un pericolo molto grave” con il Movimento 5 stelle.

 

E l’appello del 1994, sostiene, è “drammaticamente attuale anche oggi. Dissi allora: chiedo di scendere in campo anche a voi, ora, subito, prima che sia troppo tardi. Per una società libera dove non ci sia la paura, dove al posto dell’invidia sociale e dell’odio di classe stiano la generosità, la solidarietà, l’amore per il lavoro e il rispetto della vita. Questo il mio sogno di allora, il mio progetto, quello a cui ho lavorato per 25 anni, ma è ancora il futuro che voglio per il nostro Paese”.

 

Berlusconi sottolinea quindi che “con qualche anno in più, con più esperienza, con più relazioni internazionali, ma con la stessa determinazione e lo stesso entusiasmo, torno in campo perché il mio senso di responsabilità me lo impone, il Paese che amo lo merita, gli italiani lo meritano, i nostri figli lo meritano. La prospettiva di una Europa diversa e migliore in cui l’Italia svolga un ruolo da protagonista è una scommessa che non possiamo perdere e alla quale, con l’autorevolezza di cui ancora godo nel Ppe e in Europa, sono pronto a dedicarmi con tutto il mio impegno. E’ un imperativo che mi viene dal profondo del cuore. Tgcom24 Per questo vi dico ancora, dopo 25 anni dalla prima volta: Forza Italia, forza Europa, viva l’Italia”.