Yemen: fallisce la missione dell’inviato ONU Griffith perché gli Houthi rifiutano di ritirarsi da Hodeidah

in Esteri/Le Brevi

Nello Yemen fallisce la missione dell’inviato ONU Griffith a causa delle milizie ribelli gli Houthi (finanziate dall’Iran) che rifiutano di ritirarsi da Hodeidah, città portuale estremante importante per l’arrivo delgli aiuti umanitari e porto fondamentale per l’economia nazionale. Mentre il governo yemenita conferma l’impegno a rispettare l’accordo per il cessate il fuoco raggiunto in Svezia i ribelli Houthi continuano la guerra pagata ad alto prezzo dai civili.  L’inviato speciale delle Nazioni Unite per lo Yemen Martin Griffiths, dopo due giorni di sforzi per convincere gli Houthi a ritirare le sue milizie da Hodeidah, non ha raggiunto nessun risultato e domenica scorsa prima ha lasciato il paese. Griffith, che un mese fa stava in Svezia ad occuparsi delle trattative e a cercare  un’eventuale soluzione al conflitto, è tornato sabato in Yemen con un piano per accelerare le misure concordate tra il governo e la milizia Houthi sostenuta dall’Iran. Il fattore chiave è la ridistribuzione delle forze rivali di Hodeidah, la città portuale del Mar Rosso cruciale per gli aiuti e le importazioni alimentari. Mohammed Ali al-Houthi, capo del Comitato Rivoluzionario Superiore Rivoluzionario, ha dichiarato all’AFP che i colloqui sull’economia del paese devastata dalla guerra “potrebbero aver luogo ad Amman … di cui ho discusso con l’inviato dell’Onu”.

Da parte sua, il presidente yemenita Abed Rabbo Mansour Hadi ha sottolineato la necessità del ritiro degli Houthi dai porti e dalla città di Hodeidah, secondo il piano preparato dal capo del comitato di sorveglianza delle tregue, il generale olandese in pensione Patrick Cammaert, e ha accusato le milizie di procrastinare nell’attuazione dell’accordo di Stoccolma.


S.H.D. e C.P.


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina