Erdogan, no a condizioni Usa su curdi

in Esteri

La Turchia “non può accettare la condizione” della protezione delle milizie curde dell’Ypg, che sono “terroristi”, posta dagli Stati Uniti per il ritiro delle loro truppe dalla Siria. Lo ha affermato oggi il presidente Recep Tayyip Erdogan, parlando al gruppo parlamentare del suo partito Akp. Il presidente turco si riferiva a commenti in merito del consigliere per la Sicurezza Nazionale americano John Bolton, oggi in visita ad Ankara per colloqui proprio sul futuro della Siria. In un’intervista al New York Times, Erdogan ha invece proposto di creare “una forza di stabilizzazione con combattenti provenienti da tutta la societa’ siriana”, inclusi i curdi siriani che non abbiano legami con organizzazioni terroristiche come il Pyd/Ypg, la branca siriana del Pkk. Secondo il presidente, questo dovrebbe essere il “primo passo” del piano di pace per la Siria. Tiscali. Un’altra priorita’ e’ “assicurare rappresentanza politica a tutte le comunità”, compresa quella curda, previa verifica sui legami terroristici.

Tags:

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina