Sicurezza e dignità delle donne: vietiamo il velo nei luoghi pubblici

in Editoriale
donne e burqa hijab

di Souad Sbai

La polemica sorta a Milano sulla decisione della Nike di mettere in vendita l’Hijab sportivo, un velo allacciato sotto la gola utilizzato dalle donne musulmane per coprire il capo e la spalle, offre l’occasione per tornare a parlare della necessità di una legge.


Una volta era nel programma di centro-destra, ma questo governo, che un pezzo di centro-destra porta con sé, non sembra interessato alla discussione e ancor meno all’approvazione di una legge che vieti l’utilizzo del velo che copre il volto se non altro nei luoghi pubblici. Alle donne musulmane che subiscono l’imposizione del burqa e del niqab a partire dalle mura domestiche si continua pertanto a non riconoscere pari dignità, lasciandole in balia di quelle forze espressione della Fratellanza Musulmana che attraverso il velo intendono avanzare una visione politica e ideologica che non trova riscontro alcuno nella religione che dicono di rappresentare.

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE CLICCA QUI


Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina