Cosa accade a risparmiatori e clienti con il commissariamento di Banca Carige?

in Economia/Le Brevi

Su pressione della Lega il governo vorrebbe che MPS intervenga nel caso Banca Carige, l’Istituto ligure, ma cosa succederà ai risparmiatori che conservano le fatiche di una vita in una delle Banche più “discusse” d’Italia? Gli esperti de Il Sole 24 Ore offrono questa risposta. Il commissariamento di Carige non influisce sui normali rapporti, né sui contratti che la banca ha al momento in corso con la propria clientela. La circostanza che l’istituto di credito sia stato posto in amministrazione straordinaria lascia infatti del tutto immutata la sua gestione ordinaria. L’unica differenza rispetto al passato è che a gestire la banca ligure non sarà più il Consiglio di amministrazione, ma i commissari nominati dalla Banca centrale europea in via temporanea. Il fatto che due delle tre persone nominate in via temporanea – il presidente, Pietro Modiano, e l’amministratore delegato, Fabio Innocenzi – siano in fondo gli attuali amministratori accentua semmai la continuità con la precedente gestione e rappresenta un’ulteriore garanzia per i rapporti tutt’ora in essere. Questa la risposta di Isabella Bufacchi e Maximilian Cellino.

S.H.D. e  C.P.



Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Economia

Vai a Inizio pagina