F1, stampa inglese: “Michael Schumacher non è più attaccato a macchine, ed è cosciente”

in Sport

Michael Schumacher non è più attaccato alle macchine. Le condizioni di salute del campione tedesco sarebbero migliorate nettamente. Lo rivela il quotidiano britannico Daily Mail, secondo cui il sette volte campione del Mondo di F1, avrebbe un peso normale e non sarebbe più costretto a restare a letto dove era tenuto in vita con l’ausilio di tubi e macchinari.

 

LE DICHIARAZIONI DI TODT – Schumacher abita nella sua casa in Svizzera, vicino al lago Lehman, in un’ala appositamente organizzata per il suo trattamento. Le informazioni concordano con quanto rivelato la scorsa settimana da Jean Todt, presidente della FIA, che aveva dichiarato di aver visto “il Gran premio del Brasile con Michael in casa”.

 

15 PERSONE SEGUONO SCHUMI – Schumacher, rimasto gravemente ferito nel 2013 sulle Alpi francesi, avrebbe quindi la consapevolezza di ciò che gli accade intorno ed è in grado di seguire anche le gare. Sempre secondo il Daily Mail, la famiglia di Schumacher spenderebbe circa 55.000 euro a settimana per le sue cure, circondato da una equipe medica personale di circa 15 persone. Repubblica Tuttavia il tedesco potrebbe essere trasferito in una clinica di Dallas, in Texas, specializzata in trattamento di lesioni cerebrali.