C’È IL BATTERIO KILLER, SCATTA L’ALLARME. CI SONO MIGLIAIA DI PAZIENTI A RISCHIO

in Salute

 

Il caso è clamoroso e fa tremare i polsi. Prima era solo un soeptto adesso invece ci sono delle certezze trali da spingere la Regione ad intervenire con la massima urgenza. Ci sarebbero circa diecimila cittadini operati dal 2010 a oggi nelle cardiochirurgie venete, che sono a rischio colpa di un batterio.

 

A tutti loro la Regione invierà una lettera nella quale si chiede di contattare i reparti dove è stato fatto l’intervento.

 

L’intenzione è quella di capire se sono necessari controlli sulla presenza nel loro organismo del Mycobacterium chimaera, un batterio pericoloso per l’uomo e in grado di manifestarsi anche molto tempo dopo essere entrato nell’organismo.

 

Il micro organismo, è stato chiarito, è stato trasmesso ad alcuni malati attraverso i macchinari usati per gli interventi cardiochirurgici.

 

A decidere di scrivere le 10 mila lettere è stato il gruppo tecnico messo in piedi dalla Regione Veneto “per la prevenzione e la gestione delle infezioni in soggetti sottoposti a intervento cardiochirurgico”.

 

Il mycobacterium chimaera, dicono dalla Regione, è generalmente non pericoloso per la salute umana.il24. It

 

Solo in rari casi si è sviluppata una infezione che ha complicato il decorso.