Il giornalista di CNN Jim Acosta non potrà più entrare nella Casa Bianca Il divieto è stato voluto dal presidente Donald Trump

in Esteri/Le Brevi
Jim Acosta

Quando Acosta ha restituito il microfono e si è seduto di nuovo al suo posto, Trump ha iniziato a criticarlo duramente, definendolo una «persona terribile e maleducata». Tra le altre cose, Trump ha detto: «Onestamente, credo che lei dovrebbe lasciarmi governare il paese – lei si occupi di CNN».

Tutto è successo dopo il battibecco tra il giornalista -capo corrispondente- della famosa CNN e il presidente americano Trump hanno avuto uno scontro verbale durante una conferenza stampa a seguito delle recenti  elezioni di Mid Term. La decisione, che è stata giustificata dal governo con una motivazione apparentemente falsa, è stata criticata dalla stragrande maggioranza dei principali giornali statunitensi: non era praticamente mai successo nella storia recente degli Stati Uniti che un presidente decidesse di togliere per un «tempo indefinito» le credenziali di accesso alla Casa Bianca a uno dei giornalisti di punta di un media nazionale così noto e diffuso come CNN.


S.H.D. e C.P.


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina