59 morti e 527 feriti, strage a Las Vegas Il killer si è suicidato e forse aveva legami con l'Isis

in Esteri/Le Brevi

L’America piange altre vittime. Questa volta la polizia  esclude la matrice terrorista intanto però è salito a 59 morti e 527 feriti il bilancio della strage a Las Vegas durante un concerto di musica country trasformato in un tiro a segno sulla folla avvenuta nei pressi del Mandalay Bay Casino, uno dei primissimi alberghi che dà il via alla Strip, la celeberrima via dei Casino, sempre gremita di turisti. L’attentatore è Stephen Paddock, un americano di 64 anni, che ha sparato sulla folla dalle finestre del 32esimo piano del Mandala Bay Hotel, dove si era registrato giovedì scorso. E dove si è tolto la vita prima che la polizia lo arrestasse.  Sembra che sia un lupo solitario ma è arrivata la rivendicazione dell’Isis. Il killer, si sarebbe convertito all’Islam mesi fa, secondo quanto riportato dai media americani che hanno citato fonti investigative.

S.H.D e C.P.



Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina