59 morti e 527 feriti, strage a Las Vegas Il killer si è suicidato e forse aveva legami con l'Isis

in Esteri/Le Brevi

L’America piange altre vittime. Questa volta la polizia  esclude la matrice terrorista intanto però è salito a 59 morti e 527 feriti il bilancio della strage a Las Vegas durante un concerto di musica country trasformato in un tiro a segno sulla folla avvenuta nei pressi del Mandalay Bay Casino, uno dei primissimi alberghi che dà il via alla Strip, la celeberrima via dei Casino, sempre gremita di turisti. L’attentatore è Stephen Paddock, un americano di 64 anni, che ha sparato sulla folla dalle finestre del 32esimo piano del Mandala Bay Hotel, dove si era registrato giovedì scorso. E dove si è tolto la vita prima che la polizia lo arrestasse.  Sembra che sia un lupo solitario ma è arrivata la rivendicazione dell’Isis. Il killer, si sarebbe convertito all’Islam mesi fa, secondo quanto riportato dai media americani che hanno citato fonti investigative.

S.H.D e C.P.



Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina