Tria risponde a Casalino: “Non desidero commentare volgarità e minacce contro funzionari dello Stato” Continua la bagarre tra il Ministro e i 5 Stelle dopo le parole pronunciate dall'ex del Grande Fratello

in Italia/Le Brevi
Rocco Casalino

 

Non termina lo scontro tra il Movimento Cinque Stelle e il Ministro dell’Economia Tria sulla questione delle frasi di Casalino registrate nell’audio con cui il portavoce di Palazzo Chigi ed ex Grande Fratello attaccava i tecnici dell’Economia. Oggi, però è Tria, in un’intervista a Famiglia Cristiana, a rilasciare un ultimo commento, al vetriolo, sulla vicenda: “Non desidero commentare volgarità e minacce contro funzionari dello Stato, specie se questi ricoprono una funzione di garanzia ed indipendenza universalmente riconosciuta e prevista dall’ordinamento”. Parole el Ministro che arrivano dopo altre dichiarazioni di fuoco dello stesso ministro, quelle sullo spread in continuo rialzo: “Non possiamo permettercelo a lungo”, ha detto Tria. E ancora: “È un livello che non possiamo considerare di tenere troppo a lungo non per gli oneri degli interessi sul debito ma perché uno spread alto pone un problema alla parte più debole del sistema bancario”. La prova – agli occhi dei falchi della maggioranza – che c’è un fronte nel governo disposto a correggere i capisaldi della legge di bilancio, con Tria alla guida dell’ala delle colombe nei confronti di Bruxelles. Non è tardata ad arrivare la replica del M5S: “L’audio rubato al Portavoce del Presidente del Consiglio, Rocco Casalino, è un’altra vergognosa pagina di giornalismo. Quelle parole erano dette in privato e tali dovevano rimanere. Non si trattava affatto di minacce ma il Portavoce riportava quella che è la linea del Movimento 5 Stelle, perché tutto il Movimento è convinto che alcuni tecnici del Mef non svolgono il proprio ruolo con indipendenza e professionalità. Ci sorprende che il ministro Tria invece di fare valutazioni di merito e pulizia nel suo Ministero li difenda a prescindere”.

S.H.D e C.P.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Italia

Vai a Inizio pagina