Un operatore di un'agenzia di trading osserva i dati dello spread, Roma, 9 ottobre 2018, ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Spread Btp Bund in ribasso, Piazza Affari in cauto rialzo

in Economia

Lo spread tra btp e bund è a 306 punti base con il rendimento del decennale italiano al 3,5%.

 

Piazza Affari in cauto rialzo a metà giornata con il Ftse Mib che segna un +0,2% a 19.299 punti mentre il mercato guarda alla manovra e al via libera da parte dell’esecutivo. Sempre in luce Tim (+1,59%) già in evidenza la scorsa settimana dopo i buy di Fidentiis. Con i prezzi in rialzo del petrolio salgono Eni (+1,04%) e Saipem (+2,2%), quest’ultima ha siglato nuovi contratti per 400 milioni di dollari. E sempre nell’energia salgono Snam (+1,21%), e A2a (+1,58%). Resta ben comprata Carige (+4,08%) che ha allo studio entro l’anno il lancio di un bond. Sempre tra i bancari acquisti su Intesa Sanpaolo (+1,41%), Ubi (+0,98%). Ancora vendite su Mps (-1,24%). Tra i titoli peggiori Ferrari (-2,26%) con Moncler (-2%) e Brembo (-2,59%).

 

Asia in rosso su tensioni commerciali Cina-Usa – Avvio di settimana in rosso per le Piazze di Asia e Pacifico sui timori per le controversie commerciali tra Cina e Stati Uniti con un possibile rallentamento dell’economia cinese e maggiori oneri finanziari per gli Usa. Situazione che ha mitigato l’ottimismo del rimbalzo della fine della scorsa settimana. E non aiutano le crescenti tensioni diplomatiche tra Arabia Saudita e l’Occidente sul caso di Jamal Khashoggi, il giornalista dissidente saudita scomparso il 2 ottobre scorso nel consolato di Riad a Istanbul. Tra i singoli listini Tokyo lascia sul terreno l’1,87%, Hong Kong l’1,33%, Shenzhen lo 0,66%, Shanghai e Sydney quasi l’1%, Seul l’1,78%. Sul fronte europeo lo sguardo è rivolto alla Brexit e ai nodi ancora da sciogliere per arrivare ad un accordo fra Regno Unito e Ue. Domina poi la scena l’Italia con il consiglio dei ministri chiamato ad approvare la manovra. Ansa. Sotto la lente anche l’esito del voto in Baviera con il crollo della Csu, alleati della Merkel.